Sei in: Home » Sostenibilità ed educazione ambientale-MAUSE
 
Sostenibilità ed educazione ambientale-MAUSE

                                                
                                           

MAUSE - Multicentro Area Urbana per la Sostenibilità e l’Educazione ambientale

Nell’anno 2012 il Comune di Forlì ha istituito il MAUSE, Multicentro per la sostenibilità e l’educazione ambientale nelle aree urbane, dedicato a promuovere nei cittadini, giovani e adulti, conoscenze, consapevolezze e comportamenti idonei a perseguire uno sviluppo sostenibile.

Il MAUSE nasce nell’ambito del sistema regionale INFEAS (Informazione ed Educazione alla Sostenibilità) su bando emanato dalla Regione Emilia Romagna, in ottemperanza a quanto previsto dalla L.R. 27/2009 "Promozione e sviluppo dell'Informazione ed Educazione alla Sostenibilità".

Si propone di:

·        supportare gli interventi di sviluppo alla sostenibilità del Comune, attraverso percorsi di sensibilizzazione, formazione, educazione e documentazione sui temi individuati come prioritari, con particolare riferimento a rifiuti, sani stili di vita, energia, cittadinanza attiva, rivolti a diversi contesti educativi, formativi e di vita quotidiana;

·        offrire un punto di riferimento, in grado di garantire il coordinamento e l'integrazione degli interventi attraverso modalità partecipate di progettazione tra diversi servizi comunali ed altri soggetti interessati;

·        promuovere un cambiamento negli stili di vita e nei comportamenti attraverso attività formative rivolte ad insegnanti ed educatori ed attività educative rivolte alle classi.

E’ realizzato attraverso una collaborazione tra l’Unità Ambiente e l’Unità Supporto all’Innovazione Educativa (ex Centro Documentazione Apprendimenti) del Comune di Forlì e coniuga competenze ed attenzioni maturate nel settore specifico di educazione alla sostenibilità ambientale, con quelle di supporto alla qualità del sistema formativo ed educativo territoriale.

Attività
Il MAUSE propone:

- laboratori all’interno delle scuole finalizzati allo sviluppo di senso critico, creatività e scoperta.
- sportelli di consulenza alla progettazione educativa e didattica per insegnanti ed educatori
- percorsi di formazione in presenza e online

Si occupa della produzione di materiali di approfondimento didattico e divulgativo e della raccolta e divulgazione di esperienze educative realizzate sul territorio.

Collabora con il Centro per le Famiglie alla realizzazione di laboratori orientati alla promozione di stili di vita sani e partecipa ai tavoli dei piani di zona per la salute e il benessere del cittadino

I PROGETTI
 
Tra i progetti approvati dal Comune di Forlì nell'ambito delle attività del CEAS rientrano:

Progetti legati alla riduzione dei rifiuti:

- Concorso a premi con "Ecoself ricicla e vinci"

- Progetto Gemellaggio-Forlì fa la differenza-Impariamo a differenziare

- Progetto pannolini lavabili

- Ecofeste di fine anno scolastico delle scuole dell'infanzia

- Meno rifiuti e raccolta differenziata: sinergia di progetti nella ristorazione scolastica

- Farmaco Amico

- Raccolta oli esausti

Progetti legati al risparmio energetico e SPORTELLO ENERGIA :

- Progetto 50-50

Progetti legati alla mobilità sostenibile:

- Campagna Siamo nati per camminare 2016

- Campagna Siamo tutti pedoni 2016

Progetti legati alle città civili:

- Progetto Forlì Città Civile

Per l'anno scolastico 2016-2017 il MAUSE ha predisposto un catalogo formativo per la Sostenibilità e l'Educazione Ambientale 

Catalogo dell'offerta formativa

Il MAUSE fa parte della Rete regionale dei centri di educazione alla sostenibilità, con cui condivide gli obiettivi e le linee di lavoro operative.

La Rete di Educazione alla Sostenibilità dell’Emilia Romagna (RES)
RES è l’acronimo che indica la Rete di educazione alla sostenibilità dell’Emilia-Romagna.
La rete, coordinata dalla Regione Emilia-Romagna, che partecipa con tutte le sue articolazioni coinvolte in progetti educativi, è costituita da 36 “nodi” distribuiti nel territorio regionale: i 36 CEAS – centri di educazione alla sostenibilità accreditati, grazie al loro patrimonio di conoscenze ed esperienze, sono il punto di riferimento operativo locale per le attività di informazione ed educazione alla sostenibilità.

Della RES fanno parte oltre 100 comuni, associazioni ambientaliste e di volontariato sociale, fondazioni, enti gestori di aree protette e altri enti pubblici e privati. Una pluralità di soggetti che ha in comune l’obiettivo di promuovere la cultura della sostenibilità.

In occasione della chiusura del decennio DESS Unesco (24-30 novembre 2014), la Rete si presenta con il Programma INFEAS 2014-2016 e una rinnovata immagine coordinata. Il nuovo marchio a spirale, una delle forme geometriche più diffuse in natura, riprende e aggiorna la chiocciola che ha identificato per quasi vent’anni l’educazione ambientale in Emilia-Romagna e ne rappresenta una sorta di evoluzione.

La nuova immagine, infatti, è una tappa fondamentale nel processo di riorganizzazione partecipata del sistema regionale INFEAS e la base di partenza per una comunicazione integrata capace di far emergere nitidamente la rete regionale e i suoi singoli nodi, che da tempo offrono una ricca gamma di servizi educativi alla cittadinanza, dall’infanzia all’età adulta, per favorire e diffondere sempre più largamente comportamenti e stili di vita responsabili.

Documenti:
Icon APPROVAZIONE ELENCO DEI CENTRI DI EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ DELL'EMILIA-ROMAGNA (184.8 KB)
Icon ISTITUZIONE MULTICENTRO AREA URBANA PER SOSTENIBILITA' ED EDUCAZIONE AMBIENTALE (MAU.SE) FORLI' (99.7 KB)
Scheda progetto MAUSE

Per approfondire:

- LR 27/2009

- Programma di informazione ed educazione alla sostenibilità (INFEAS) della Regione Emilia-Romagna per il triennio 2014-2016, ai sensi della L.R. 27/2009. (Proposta della Giunta regionale in data 14 luglio 2014, n. 1078)

- Rete di Educazione alla Sostenibilità dell'Emilia Romagna

Progetto di sostenibilità ambientale CRI.TECO

Nell'ambito della definizione delle linee guida per aree industriali ecologicamente attrezzate (APEA), la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Forlì-Cesena, ARPA sezione di Forlì-Cesena e il Comune di Forlì hanno sviluppato la progettazione di una esperienza pilota individuata nell’area industriale di Coriano. Tale progetto si poneva come obiettivo l’individuazione dei criteri operativi che definiscono un’area industriale ecologicamente attrezzata (progetto denominato CRIT.ECO - per la definizione di criteri verso un’ecologia industriale).

La sperimentazione ha riguardato la rispondenza attuale dell’ambito produttivo ai requisiti caratterizzanti le Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate, e ha portato all’individuazione delle criticità. In particolare il progetto ha riguardato l’analisi ambientale dell’area industriale di Coriano, la definizione delle criticità, la redazione di un programma di miglioramento ed infine la definizione di progetti attuativi per mitigare l’effetto sull’ambiente.

Per dare attuazione ai progetti da realizzare nell'area industriale di Coriano nel mese di Aprile di quest'anno è stato siglato un Protocollo d'intesa in attuazione del Progetto CRIT.ECO tra le parte coinvolte nella programmazione del miglioramento ambientale dell'area di Coriano. I soggetti firmatari sono:

  • Comune di Forlì
  • Provincia di Forlì – Cesena
  • Camera di Commercio Forlì – Cesena
  • Hera s.p.a

Questi soggetti sono impegnati in una serie di azioni mirate al miglioramento dell'area dal punto di vista ambientale. 

Icon Progetto CRIT.ECO - Analisi Territoriale, Urbanistica ed Ambientale dell’Area Industriale di Coriano nel Comune di Forlì ed individuazione di indirizzi programmatici di miglioramento (19.6 MB)

Icon Schede attuative 2009 (199.3 KB)

Icon Programma miglioramento 2009 (102.2 KB)

Icon Questionario Grandi Imprese (52.2 KB)

Scuola Emas ed Ecolabel - Portale del C.I.S.E. Azienda Speciale della Camera di Commercio di Forlì-Cesena

Indirizzo Facebook:

https://m.facebook.com/MAUSE-Multicentro-per-la-Sostenibilit%C3%A0-Forl%C3%AC-1002547289782018/

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111 - Partita IVA: 00606620409
Redazione a cura dell'Assessorato all'Ambiente, via delle Torri, 13 - Tel. 0543 712308